La coppia di Falchi pellegrini, Falco peregrinus peregrinus, che nidifica nella cassetta nido posizionata sulla ciminiera della centrale turbogas della Sorgenia, a Turano/Bertonico, da quest’anno è monitorata 24 ore su 24 h da una web-cam posta all’interno.

 

La società Sorgenia, dietro nostro suggerimento, l’ha installata, a sue spese, poche settimane fa, ma per problemi tecnici non è possibile mettere on line sul sito.

L’osservazione ravvicinata dei 2 falchi ci ha consentito, tra l’altro, di individuare le differenze nel disegno facciale (i cosiddetti mustacchi)  che ci hanno permesso di distinguere i singoli individui non solo nelle dimensioni (le femmine sono circa un 20% più grosse dei maschi).

 

La stagione riproduttiva è appena cominciata, speriamo che riescano a portarla a termine, allevando dei giovani (di solito 2/4) per cui verranno fatte anche delle registrazioni video nei momenti cruciali.

 

Abbiamo anche dato un nome ai “nostri” amici alati: Fulmine e Saetta.

 

Ringraziamo la società Sorgenia per tutto quello che ha fatto e sta facendo, in particolare il sig. Gianluca Bergamaschi, dipendente della stessa, che tiene i contatti con noi per conto della società, per la grande disponibilità e collaborazione dimostrata nei nostri confronti, sensibilità verso una specie non comune in pianura padana, e dobbiamo dirlo, per l’interesse verso la nostra ricerca.

 

Saetta nel nido

Saetta posata sul bordo

Fulmine di profilo

Fulmine di fronte

La coppia assieme

Scambio di “effusioni!